Aida Cooper lancia Kintsugi Amica Mia

Aida Cooper, storica vocalist e corista di Mia Martina e Loredana Bertè, entra a Radio 104 sulle note di Guarirò Guarirò, duetto tra lei e Loredana Bertè contenuto nel suo ultimo album Kintsugi Amica Mia. 

 

E’ forte l’emozione di avere ai nostri microfoni una cantante che è stata vent’anni al fianco di Mia Martini e Loredana Bertè e che, anche da solista, ha regalato grandi emozioni alla musica italiana.

Questo disco è volto a celebrare la memoria della sua amica Mia Martini con la supervisione e approvazione di Loredana Bertè.

Come ti è venuta l’idea di realizzare un album tutto dedicato a Mia?

“Veramente l’idea è venuta alla persona che ha prodotto questo disco. Io l’h chiesto a Loredana e quando lei ha dato l’ok io ho fatto i salti di gioia perché Mimì è sempre nel mio cuore…questo è un omaggio fatto col cuore a una persona che stimavo e prima di tutto come donna e poi come artista, come cantante. Sono stata vent’anni al suo fianco, ho cominciato con lei e successivamente con Loredana, poi mi sono sempre alternata”.

Kintsugi Amica Mia. Kintsugi, che titolo particolare…

“Kin vorrebbe dire oro, Sugi vorrebbe dire rimettere insieme, è una pratica giapponese che si utilizza per riparare qualcosa che si rompe, si rimettono insieme i cocci con dell’oro, è una metafora: rimettere a posto la propria vita dopo eventi traumatici”.

“La selezione dei brani è venuta dal cuore, non è stata una scelta ponderata – prosegue la Cooper – mi auguro che da questo lavoro ne venga fuori uno spettacolo teatrale o perché no un live da proporre in tutta Italia. Tra le cover spicca l’inedito Un figlio mio, brano mai inciso prima, perché uno dei più grandi desideri di Mimì era quello di avere un figlio, lei aveva richiesto a Maurizio Piccoli di scrivere un brano che palasse di questo argomento, del desiderio di avere un figlio. Lui glielo scrisse ma nel frattempo Mimì non c’era già più. Io mi sono rivolta a lui chiedendogli un brano e Piccoli mi ha dato questo inedito”.

Forse non è mai ricordata abbastanza la figura di Mia Martini…

“Ultimamente sto notando che escono molte iniziative, Premi, manifestazioni su di lei, lei che non ha avuto i giusti riconoscimenti in vita li sta avendo adesso…come si dice…meglio tardi che mai”.

Aida tu dove ti incaselli? Corista, cantante, vocalist?

“Io sono una vocalist solista. Sono essenzialmente una cantante, poi per vivere ho dovuto fare la vocalist, con tutto il rispetto per le vocalist che tendenzialmente sono molto più brave della cantanti”.

Nel panorama attuale della musica italiana, intravedi una nuova Mia Martini?

“No. E sarà impossibile trovarla. Non credo sia possibile, io non distinguo una voce dall’altra quando ascolto le nuove leve che peraltro sono quasi tutti delle meteore”. 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

× Invia il tuo whatsapp alla diretta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi